I LAND

Recupero dell’area dell’ Ex Fornace di Riccione di Pietro Carlo Pellegrini

01-10-2014 redazione instaura
racconti d'architettura

Progetto: Recupero dell’area dell’ Ex Fornace per la realizzazione di una scuola media, un teatro ed una palazzina a uffici

Località: Riccione (Rimini)

Committente: Comune di Riccione

Data: 2010

Progettazione: Pietro Carlo Pellegrini Architetto

Il progetto di Restauro dell’ex fornace è risultato vincitore di un appalto concorso bandito dal Comune di Riccione nel 2010. I lavori sono iniziati nel 2012, per poi concludersi, in parte, ad agosto 2014. Si tratta di un progetto di Recupero di un'architettura davvero interessante: una fornace ridotta in stato di rudere, costruito intorno al 1908, sita in Riccione ed inserita in un parco vicino al centro città. L'intero complesso è dimesso dal 1970. L'intervento di Recupero sul costruito ha tenuto conto delle strutture preesistenti, vincolo sinergico, attivo, del progetto. Non limite, non blocco creativo. Le strutture esistenti erano costituite principalmente in mattoni a vista, al piano terra, alternati talvolta a pilastri dalla stessa tecnologia. Non a caso,la Fornace era deputata alla produzione di mattoni per cui la memoria storica ha “imposto” in un certo modo la predisposizione alla conservazione della peculiarità, puntando ad una riconversione della destinazione d'uso, non dimenticando "ciò che era".

Il progetto redatto ha previsto la realizzazione di un impianto scolastico, un un teatro e una palazzina ad uffici. Ad oggi solo una parte del progetto è stata completata, quella dedicata all'edificio scolastico. Semplicità e linearità compositiva le due formule adottate per una ricostruzione non stilistica ma formale, come un'operazione di moderno restauro vuole, giocando sull'utilizzo di nuove tecnologie, puntando all'efficienza energetica, alla sostenibiltà, alla distinguibiltà di un intervento che "non deve ricostruire",ma riformulare, riprogettare le spazialità, imprimendo sull'antico un segno forte di nuova identità, perseguita tramite l'uso del materiale diverso, il laterizio, a creare dicotomia, contrasto voluto e forte. Ma semplice, pulito razionale.

Anche l'esterno è stato rimodellato al fine di creare la giusta comunicabiltià fra le funzioni, gestire i flussi generali e creare anche una spazialità che favorisca aggregazione sociale, con un’ampia piazza ed un foyer di connessione, caratterizzato ai lati da due lunghe sedute in pietra serena.

Pietro Carlo Pellegrini Architetto - sito web   http://www.pietrocarlopellegrini.it/

PHOTOGALLERY

 

 

 

 

Social Media: