I LAND

Storie di rigenerazioni culturali , il report di una bella emozione alla Biblioteca Lazzerini di Prato.

25-11-2018 redazione instaura - Andrea Damiati

Oggi vi raccontiamo un’emozione.

L’evento per l’anniversario del nono anno dell’apertura della Biblioteca Lazzerini nell’ex opificio Campolmi è stato questo prettamente, emozione. Una serata variegata fatta di letture, reading di testi e poesie, la presenza dei simpatici spacciatori di cultura. E poi noi, che con Instaura tour,  inserito nell’evento ufficiale “Buon compleanno Lazzerini”, che con un format speciale dedicato alla storie di rigenerazioni culturali ha provato a raccontare la storia di un recupero, di un restauro critico, di una lettura sensibile di stratificazioni storiche e del dialogo dell’architettura contemporanea nei tessuti storici e tracce di preesistente emergenti.

E’ da giorni che ci piace dire che “il passato non è mai andato via”, è sempre qua con noi, si ripete, rivive, poi rimuove e poi si rigenera nuovamente in forme diverse, in linguaggi nuovi di architettura, consacrazione di un nuovo che è oggi, ma che poi diverrà parte dell’immagine complessiva di un brano di città, in un corale dialogo fra le parti, fra le mura trecentesche, il quadrilatero ottocentesco e le sue preesistente medievali e rinascimentali, il sinuoso andamento ogivale della volta in cemento armato della ex tintoria, oggi accesso trionfale alla Biblioteca.

E’ stato bello poter raccontare, da ricercatori appassionati alla materia (e che hanno condotto l propri studi in merito proprio all’interno della grande Biblioteca Lazzerini), di un periodo storico, emblema di produzione industriale manifatturiera nella città di Prato, eccellenza mondiale nel settore e che, a fine ciclo, si è trasformato in tema di archeologia industriale, su cui, in un programma futuro ma immediato, ci occuperemo con Instaura, rispetto alla possibilità di creare interazioni fra le parti, discutere di recupero, restauro, pianificare destini funzionali di spazi emarginati, contenitori di storia e storie, architetture di nuove forme di produzione.

Vi ringraziamo e vi invitiamo alle prossime iniziative che terremo sul territorio, approfondendo la tematica, coinvolgendo la popolazione pratese e non solo, ad interagire ed intervenire, come da molti anni accade, sin almeno dal lontano 1980, quando un gruppo di promotori culturali, fra cui l’architetto Marco Mattei, autore del Restauro del complesso industriale Campolmi, si adunò per restituire un luogo alla collettività, conferendo ad essa degli spazi dove poter proseguire studi, ricerche e dare continuità allo sviluppo ciclico della storia.

Meraviglia della cultura propositiva.

Un grazie a tutti i partecipanti al nostro speciale Instaura tour all’interno della Biblioteca ed un grazie di cuore all’amministrazione che ci ha consentito di essere presenti in una serata evento importante ed istituzionale.

 

Andrea Damiati

Instaura team

 

GALLERIA FOTOGRAFICA

 

 

Social Media: