Dettaglio Idea (Masseria Foragnano di Sopra e di Sotto)

Il progetto per il recupero delle Masserie di “Foragnano di sopra e di sotto” nasce da un'idea del Comune di Marano “Terra Mater Magistra”, per lo sviluppo del territorio, che si occupa appunto di tenere vive le tradizioni e salvaguardare i beni storici della città.  Dai primi studi effettuati e diversi sopralluoghi è stato riscontrato che la zona dove sono ubicate le due masserie, ha una forte tradizione vinicola, da qui nasce l’idea di recupero delle due masserie per inserire nuove funzioni all’interno di esse progettando un azienda vinicola per la produzione di vino bianco tipico della zona. La fase di rilievo ha evidenziato come queste masserie nel corso degli anni siano state oggetto di superfetazioni, da qui la decisione nella fase di progetto di lavorare per sottrazione, eliminando non solo tutti gli abusi palesi che si sono susseguiti durante gli anni, ma sottraendo parte della collina con uno sbancamento per inserire il nuovo corpo che le metta in comunicazione. L'idea iniziale è stata quella di una cerniera che univa le due masserie, magari in una torre seminterrata  come punto d'incontro dei due assi immaginari. Da qui poi si sono susseguite le varie idee di progetto, come quella di voler prevedere un corpo che si sviluppa lungo un asse che le unisca composto da una successione di ambienti adibiti alle fasi della lavorazione del vino affiancati da due percorsi distinti, uno per i visitatori e un'altro per gli operai addetti alla lavorazione. Dalle sezioni  infatti possiamo vedere come ogni ambiente non sia mai uguale al precedente, anche per motivi pratici, infatti il corpo in corten che si vede dall'esterno è un ambiente più alto rispetto agli altri perché ospita all’interno di esso silos di acciaio alti anche 4 metri, con un percorso per gli operai che si sviluppa anch’esso in altezza per consentire loro l'ispezione dall'alto dei silos. Il progetto quindi è suddiviso fondamentalmente in tre parti, la prima è la Masseria di Foragnano di Sotto che ospita un parcheggio, aule, uffici, laboratori, mensa e un vigneto esterno, seguè poi il nuovo corpo che fa da collegamento e che ospita all’interno di esso dei percorsi e ambienti per le varie fasi della lavorazione fino all’imbottigliamento, terminando con una sala degustazione che si innesta nell’ultima parte del progetto che è la Masseria di Foragnano di Sopra,  adibita invece a deposito, punto vendita, e museo tematico.

Social Media: