Dettaglio Struttura

Real Albergo dei Poveri

DATA REGISTRAZIONE:  10-10-2014
CENTRI STORICI

Il Real Albergo dei Poveri fu realizzato per volontà di Carlo di Borbone, su
progetto dell’architetto Ferdinando Fuga, a partire dalla seconda metà del
XVIII secolo. L’intenzione del sovrano parte dalla volontà illuminista di realizzare,
alle porte della città di Napoli, un grande edificio che ospitasse tutti i
poveri del Regno. Esso si sviluppa su pianta rettangolare, con uno spazio centrale,
che il progetto incompiuto avrebbe destinato alla chiesa, e quattro cortili
laterali, per accogliere separatamente donne, ragazze, uomini e ragazzi,
poi ridimensionati, in corso di esecuzione a soli due cortili, per una lunghezza
complessiva sull’attuale Piazza Carlo III di circa 360 m.
Rappresenta oggi il confine con la periferia degradata della città. Abbandonato
dopo i crolli che seguirono il terremoto del 1980, è attualmente in corso
di consolidamento e di restauro, realizzati, sulla base di una progettazione
complessiva già completata, per lotti successivi di intervento.

E' il tema individuato per il workshop INSTAURA LAB che si terrà dal 28 al 30 novembre, presso HUB spa di Giugliano.

Social Media: